bollettino parrocchiale: "camminiamo insieme"


Domenica 21 Agosto
21ª Domenica del Tempo Ordinario
“Sforzatevi di entrare per la porta stretta”
Ore 10.30: Santa Messa festiva
Mercoledì 24 Agosto
S. Bartolomeo, Apostolo
Ore 18.00: Gruppo coordinamento Oratorio Aperto (Canonica)
Giovedì 25 Agosto
Ore 20.30: Giunta del Consiglio Pastorale Parrocchiale (Canonica)
Domenica 28 Agosto
22ª Domenica del Tempo Ordinario
“Quando sei invitato và a metterti all’ultimo posto”
Ore 10.30: Santa Messa festiva

Giovedì 1 Settembre
Ore 18.30: Riprende la S. Messa feriale con questo orario
Venerdì 2 Settembre
Ore 18.30: S. Messa con intenzione missionaria
Domenica 4 Settembre
23ª Domenica del Tempo Ordinario
“Colui che non viene dietro a me non può essere mio discepolo”
Ore 8.30: Riprende la S. Messa festiva con questo orario
Ore 10.30: S. Messa festiva
     
  ORARI DELLE MESSE NEI MESI DI LUGLIO-AGOSTO

Da domenica 3 luglio a domenica 28 agosto compresi:
FERIALE: ore 19.00 (in Cappella di San Giuseppe)
PREFESTIVA: ore 18.30
(in Chiesa)
FESTIVA: ore 10.30
(in Chiesa)
     
 

Porta Santa, indulgenza e pellegrinaggio:
tre "segni" dell'Anno Santo

 

Leggi il testo

     
 

Leggi e scarica il bollettino parrocchiale

 

Consulta e scarica i bollettini parrocchiali precedenti

piccoli orchestrali cercasi...

Scheda musicisti per sito-page-001

Allegati:
Scarica questo file (Scheda musicisti per sito.pdf)Scheda musicisti[ ]173 kB

papa francesco:udienza del 17 agosto 2016

ARCHIVIO UDIENZE PAPA FRANCESCO

 

PAPA FRANCESCO

UDIENZA GENERALE

Aula Paolo VI
Mercoledì, 17 agosto 2016

 

26. La Misericordia strumento di Comunione (cfr Mt 14,13-21)

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Oggi vogliamo riflettere sul miracolo della moltiplicazione dei pani. All’inizio del racconto che ne fa Matteo (cfr 14,13-21), Gesù ha appena ricevuto la notizia della morte di Giovanni Battista, e con una barca attraversa il lago alla ricerca di «un luogo deserto, in disparte» (v. 13). La gente però capisce e lo precede a piedi così che «sceso dalla barca, egli vide una grande folla, e sentì compassione per loro e guarì i loro malati» (v. 14). Così era Gesù: sempre con la compassione, sempre pensando agli altri. Impressiona la determinazione della gente, che teme di essere lasciata sola, come abbandonata. Morto Giovanni Battista, profeta carismatico, si affida a Gesù, del quale lo stesso Giovanni aveva detto: «Colui che viene dopo di me è più forte di me» (Mt 3,11). Così la folla lo segue dappertutto, per ascoltarlo e per portargli i malati. E vedendo questo Gesù si commuove. Gesù non è freddo, non ha un cuore freddo. Gesù è capace di commuoversi. Da una parte, Egli si sente legato a questa folla e non vuole che vada via; dall’altra, ha bisogno di momenti di solitudine, di preghiera, con il Padre. Tante volte trascorre la notte pregando con suo Padre.

Leggi tutto: papa francesco:udienza del 17 agosto 2016

Sei qui: Home

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la COOKIE POLICY.