bollettino parrocchiale: "camminiamo insieme"


Domenica 12 luglio
15ª Domenica del Tempo Ordinario
“Se hanno perseguitato me perseguiteranno anche voi”
SOLENNITÀ DEI SANTI ERMACORA E FORTUNATO
Patroni della Diocesi e della Città
Ore 10.30: Santa Messa in Parrocchia nella Festa dei Santi Patroni
Ore 10.30: Celebrazione dell’Eucaristia presieduta dall’Arcivescovo in Cattedrale
Lunedì 13 luglio
Ore 20.45: Giunta del Consiglio pastorale parrocchiale
Giovedì 16 luglio
SOLENNITÀ DELLA MADONNA DEL MONTE CARMELO
PATRONA DELLA PARROCCHIA E DELLA CHIESA DEL CARMINE

carmine

Ore 18.30: Santa Messa solenne presieduta da mons. Luciano Nobile, vicario urbano e arciprete della Cattedrale, e animata dal quartetto
a plettro “Città di Udine", con al termine preghiera alla Madonna del Carmine e incensazione della immagine.
Seguirà breve concerto del quartetto in Chiesa
Domenica 19 luglio
16ª Domenica del Tempo Ordinario
“Venite in disparte e riposatevi un pò”
Domenica 26 luglio
17ª Domenica del Tempo Ordinario
“Gesù prese i pani, li diede a quelli che erano seduti”
SOLENNITÀ DELLA DEDICAZIONE DELLA NOSTRA CHIESA
     
  ORARI DELLE MESSE NEI MESI DI LUGLIO-AGOSTO
Da mercoledì 1 luglio a lunedì 31 agosto compresi
PREFESTIVA: ore 18.30; FESTIVA: ore 10.30; FERIALE: ore 19.00
     
     
 

Leggi e scarica il bollettino parrocchiale

 

Consulta i bollettini parrocchiali precedenti

parco bimbi

 DSC6097

Il nuovo parco-bimbi allestito in parrocchia per i bambini da 0 a 5 anni  è aperto nei seguenti orari:

LUNEDI dalle 17.30 alle 19.00 (con ingresso dal cortile dell'oratorio)
VENERDI' dalle 17.30 alle 19.00 (con ingresso dal cortile dell'oratorio)
SABATO dalle 17.30 alle 19.00 (con ingresso dal cortile dell'oratorio)
DOMENICA dalle 11.30 alle 12.30 (con ingresso dal chiostro della canonica)

 

laudato si': l'enciclica di papa francesco

LETTERA ENCICLICA
LAUDATO SI’
DEL SANTO PADRE
FRANCESCO
SULLA CURA DELLA CASA COMUNE

 

1. «Laudato si’, mi’ Signore», cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: «Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba».[1]

2. Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra, che «geme e soffre le doglie del parto» (Rm 8,22). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra (cfr Gen 2,7). Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora.

Leggi tutto: laudato si': l'enciclica di papa francesco

Sei qui: Home

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la COOKIE POLICY.