bollettino parrocchiale: "camminiamo insieme"


Sabato 1 Novembre
Solennità di TUTTI I SANTI
“Beati i poveri in spirito, perché di essi è il Regno dei cieli”
Ore 8.30 e 10.30: Messe festive
Ore 15.00: in Cimitero Canto dei Vesperi e preghiera per tutti i defunti assieme all’Arcivescovo
Domenica 2 Novembre
Commemorazione dei FEDELI DEFUNTI
“Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio”
Ore 8.30 e 10.30: Messe festive
Ore 18.30: Recita del Rosario per tutti i nostri cari defunti
(in Chiesa)
Martedì 4 Novembre
Ore 20.45: Consiglio Pastorale Parrocchiale
Mercoledì 5 Novembre
Ore 18.30: Catechisti di Quarta Elementare (Canonica)
Venerdì 7 Novembre
Ore 18.30: S. Messa con intenzione missionaria
Sabato 8 Novembre
Ore 15.00: Gruppo anziani e
Festa delle Castagne in Oratorio per bambini e genitori
Ore 17.30: Gruppo letture bibliche
Domenica 9 Novembre
32ª del Tempo Ordinario
DEDICAZIONE DELLA BASILICA LATERANENSE
“Non fate della casa del Padre mio un mercato”
     
 

Leggi e scarica il bollettino parrocchiale

 

Consulta i bollettini parrocchiali precedenti

festa delle castagne

Festa delle castagne 2014-page-001

GIORNATE E ORARI DEL CATECHISMO


inizio-catechismo-2012-2013-654x350

 

Ecco le giornate e gli orari del catechismo.
Martedì ore 17.00: Quarta e Quinta Elementare
Giovedì ore 17.00: Seconda e Terza Elementare
Venerdì ore 15.00: dalla Seconda alla Quinta Elementare; Gruppo delle Medie, dalla Prima alla Terza
Sabato ore 15.00: Cresimandi

sinodo sulla famiglia: ottobre 2014

 Si mette a disposizione il video del discorso di Papa Francesco a conclusione del Sinodo Straordinario. E più sotto il testo completo del documento finale.

 

 
Synod14 - "Relatio Synodi" della III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei Vescovi: "Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione" (5-19 ottobre 2014), 18.10.2014

 

INDICE

Introduzione

I Parte
L’ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia

 

Il contesto socio-culturale

La rilevanza della vita affettiva

La sfida per la pastorale

II Parte
Lo sguardo su Cristo: il Vangelo della famiglia

Lo sguardo su Gesù e la pedagogia divina nella storia della salvezza

La famiglia nel disegno salvifico di Dio

La famiglia nei documenti della Chiesa

L’indissolubilità del matrimonio e la gioia del vivere insieme

Verità e bellezza della famiglia e misericordia verso le famiglie ferite e fragili

III Parte
Il confronto: prospettive pastorali

Annunciare il Vangelo della famiglia oggi, nei vari contesti

Guidare i nubendi nel cammino di preparazione al matrimonio

Accompagnare i primi anni della vita matrimoniale

Cura pastorale di coloro che vivono nel matrimonio civile o in convivenze

Curare le famiglie ferite (separati, divorziati non risposati, divorziati risposati, famiglie monoparentali)

L’attenzione pastorale verso le persone con orientamento omosessuale

La trasmissione della vita e la sfida della denatalità

La sfida dell’educazione e il ruolo della famiglia nell’evangelizzazione

 Conclusione

* * *

Introduzione

1. Il Sinodo dei Vescovi riunito intorno al Papa rivolge il suo pensiero a tutte le famiglie del mondo con le loro gioie, le loro fatiche, le loro speranze. In particolare sente il dovere di ringraziare il Signore per la generosa fedeltà con cui tante famiglie cristiane rispondono alla loro vocazione e missione. Lo fanno con gioia e con fede anche quando il cammino familiare le pone dinanzi a ostacoli, incomprensioni e sofferenze. A queste famiglie va l’apprezzamento, il ringraziamento e l’incoraggiamento di tutta la Chiesa e di questo Sinodo. Nella veglia di preghiera celebrata in Piazza San Pietro sabato 4 ottobre 2014 in preparazione al Sinodo sulla famiglia Papa Francesco ha evocato in maniera semplice e concreta la centralità dell’esperienza familiare nella vita di tutti, esprimendosi così: «Scende ormai la sera sulla nostra assemblea. È l’ora in cui si fa volentieri ritorno a casa per ritrovarsi alla stessa mensa, nello spessore degli affetti, del bene compiuto e ricevuto, degli incontri che scaldano il cuore e lo fanno crescere, vino buono che anticipa nei giorni dell’uomo la festa senza tramonto. È anche l’ora più pesante per chi si ritrova a tu per tu con la propria solitudine, nel crepuscolo amaro di sogni e di progetti infranti: quante persone trascinano le giornate nel vicolo cieco della rassegnazione, dell’abbandono, se non del rancore; in quante case è venuto meno il vino della gioia e, quindi, il sapore – la sapienza stessa – della vita [...] Degli uni e degli altri questa sera ci facciamo voce con la nostra preghiera, una preghiera per tutti».

Leggi tutto: sinodo sulla famiglia: ottobre 2014

Sei qui: Home