Terza Elementare

Percorsi catechistici

mesi di novembre-dicembre 2018

3ª ELEMENTARE (martedì)

All’inizio del mese di novembre abbiamo parlato della festa dei santi raccontando la storia di alcuni di loro, in particolare di San Francesco e San Luigi Scrosoppi. Abbiamo poi continuato parlando del Battesimo con i suoi segni e dell’importanza del nome che ci rende unici di fronte a Dio. In dicembre, abbiamo iniziato il percorso dell’avvento come periodo nel quale attendiamo la nascita di Gesù, impegnandoci ogni giorno a fare qualcosa di buono durante l’attesa. Abbiamo poi riflettuto sul brano del Vangelo che i bambini hanno poi spiegato durante la terza domenica di avvento attraverso delle frasi che abbiamo elaborato durante l’ora di catechismo.

GRUPPO 3ª ELEMENTARE (venerdì)

A novembre abbiamo parlato ai bambini dei doni che Dio ci ha fatto. Tutto ciò che ci circonda, dal sole alla luna, dai fiori agli animali, ci è stato donato da Dio che, comunque, ci ha dato il dono più grande che è la vita. Abbiamo letto con loro il Cantico delle Creature scritto da San Francesco proprio per elogiare tutte le creature che ci stanno vicino; abbiamo sottolineato come il Santo definisca “fratello” il sole e “sorella” la luna…. Ciò per sottolineare che facciamo tutti parte di una grande famiglia, la famiglia di Dio. Abbiamo riparlato con i bambini anche del Battesimo, argomento già introdotto l’anno scorso, ma quest’anno sviluppato ulteriormente, soffermandoci sui segni del Sacramento, ovvero la luce, la veste bianca, l’olio e l’acqua. Il penultimo incontro di catechismo siamo andati coi bambini nella cappella di San Giuseppe e abbiamo fatto le prove di canto aiutati dalla bravissima Simonetta che ha accompagnato i bambini con la chitarra. È stato un momento molto bello, in cui i bambini si sono cimentati in canti dedicati al periodo dell’Avvento.
 In previsione dell’avvento abbiamo trattato, durante l’ultimo incontro, di cosa significa la parola Avvento. Inoltre, prima di ogni lezione durante l’avvento, verrà accesa una candela e letto una preghiera per prepararci nel migliore dei modi a vivere questo momento.
A dicembre il gruppo ha lavorato sul brano del Vangelo di Luca da presentare durante la 3 domenica di Avvento. Il Vangelo descrive l’incontro tra Giovanni Battista ed alcuni rappresentanti del popolo (un soldato, un esattore delle tasse, alcuni contadini) che chiedono a Giovanni Battista come fare e come comportarsi per raggiungere il Regno di Dio. Giovanni Battista in modo semplice spiega loro che la cosa importante da fare è quella di “condividere”…” «Chi ha due tuniche, ne dia a chi non ne ha, e chi ha da mangiare, faccia altrettanto». I bambini hanno quindi realizzato un cartellone che sintetizzava quanto scritto nel Vangelo e hanno cercato di attualizzare con semplici esempi cosa fare oggi per cercare di seguire l’insegnamento di Giovanni Battista. Sono emersi pensieri molto belli, dal cercare di aiutare il compagno di scuola dandogli un aiuto nei compiti, a prestare un nostro gioco per arrivare ad aiutare chi ha meno di noi anche privandoci di qualche cosa noi stessi. Di base quello che i bambini hanno capito è che non bisogna essere egoisti, non bisogna pensare solo alle nostre necessità e soprattutto cercare di rispondere alla domanda di aiuto anche prima che ci venga fatta richiesta. Bisogna aprire il nostro cuore per sentire il grido di aiuto di chi ha bisogno. Si sono impegnati molto e i risultati si sono visti. L’ultimo giorno ci siamo salutati vedendo un cartone animato e mangiando, alla fine della visione, una fetta di pandoro accompagnata con del the caldo.

mesi di settembre-ottobre 2018

GRUPPO 2ª-3ª ELEMENTARE (martedì)

Abbiamo incominciato gli incontri di catechismo del martedì con grande entusiasmo, in quanto al gruppo di terza elementare, che si era già conosciuto l’anno scorso, si sono aggiunte due bambine nuove di seconda. Nel mese di settembre abbiamo trattato argomenti che erano nuovi per i bimbi di seconda e di ripasso per i bimbi di terza, ovvero abbiamo ripreso il segno della croce, il significato di andare a catechismo, le preghiere dell’Angelo di Dio, l’Ave Maria e il Padre Nostro. Abbiamo parlato dell’importanza del nome. Visto che la nostra Chiesa ospita le spoglie del Beato Odorico da Pordenone, in ottobre, i bambini sono stati portati in Chiesa a vedere l’arca in cui il Beato riposa. Inoltre, abbiamo avuto la fortuna di ospitare alcune alunne dell’Istituto Stringher di Udine che, attraverso delle immagini, hanno raccontato ai bambini il viaggio lungo e tortuoso che Odorico ha fatto 700 anni fa partendo da Udine ed arrivando a Pechino. I bambini sono stati molto contenti di aver conosciuto la storia di Odorico facendo tesoro dellʼesempio che lui ha dato. Parlando di Odorico, ed avvicinandosi la ricorrenza dei Santi abbiamo accennato ai bambini dei Santi, chi sono e soprattutto che non bisogna essere speciali per poter diventare santi. Inoltre a ciascun bambino è stato consegnato un foglio che narra le vicende del Santo di cui porta il nome e spiegato cosa ha fatto di speciale per diventarlo. Abbiamo poi abbiamo presentato loro l’amico ideale, colui che sarà l’amico che li accompagnerà sempre durante la loro e che starà sempre accanto a loro, ovvero Gesù, anche per prepararsi, i bambini di terza, alla prima Festa del Perdono. Il tema dell’amicizia sarà un po' il collante del loro percorso di quest’anno, in quanto molto importante in questo momento della loro vita, dato che loro stessi si sono accorti di quanto sia difficile trovare un buon amico.

GRUPPO 3ª ELEMENTARE (venerdì)

Il gruppo di terza elementare quest’anno si è arricchito di nuovi bambini che, peraltro, si sono perfettamente inseriti. Abbiamo iniziato con molto entusiasmo facendo un riassunto dei temi che andremo ad analizzare durante quest’anno e che ci porteranno a ricevere il Sacramento del Perdono.
Quest’anno, inoltre, ricorrono i 700 anni della partenza verso l’ignoto Oriente del Beato Odorico di cui la nostra Chiesa del Carmine ha l’onore e il prestigio di conservare i resti all’interno di una bellissima arca monumentale. I bambini sono stati, quindi, prima preparati tramite il racconto di chi fosse Odorico e di cosa ha fatto di così importante da renderlo Beato; successivamente sono stati accompagnati in Chiesa dove hanno avuto modo di vedere coi propri occhi l’arca in cui riposa il Beato, arca che è stata anche descritta da Don Giancarlo.
Con l’occasione del tema legato a Odorico ci siamo collegati, vista la prossimità, al tema dei Santi, ovvero chi può diventare Santo, cosa ha fatto di importante nella vita. Santo tra i Santi c’è San Francesco d’Assisi, per cui abbiamo raccontato ai bambini la sua storia, anche in previsione della spiegazione del Cantico delle Creature che verrà trattato nel mese di novembre.

 

Sei qui: Home Terza Elementare

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la COOKIE POLICY.